ALL'OPERA PER IL TERREMOTO

Crevalcore - Teatro Comunale

Inaugurato il 3 settembre 1881 con  Il Trovatore di Verdi
 
Per il nuovo teatro cittadino fu scelto nel 1874 il progetto dell'ingegnere Antonio Giordani di Cento. Per la costruzione fu chiamato il crevalcorese Gaetano Lodi che ebbe anche l'incarico della decorazione. Abile ornatista di fama internazionale - aveva lavorato, tra l'altro, a Parigi alle decorazioni del foyer dell'Opera e al Cairo nel palazzo del kedivé - egli godeva di gran prestigio e di influenti appoggi. Gli fu così consentito di apportate modifiche sostanziali al progetto del Giordani. La facciata del teatro presenta un impianto classico, elegante ed equilibrato, costituito in basso da un porticato a quattro archi a tutto sesto, separati da lesene con capitelli corinzi, due pilastri decorati in alto da triglifi chiudono lateralmente la struttura.
 
Il sipario, tuttora esistente e in loco, è opera di Raffaele Faccioli. Concepito come un antico arazzo, rappresenta Marcello Malpighi alla corte del granduca Ferdinando II di Toscana. Il teatro fu inaugurato il 3 settembre 1881 con Il Trovatore di Verdi. Il teatro non fu riservato solo a spettacoli, ma anche adibito a sala per conferenze e solennità civili. Durante la seconda guerra mondiale i tedeschi trasformarono il teatro in ospedale da campo. La struttura subì gravi danni e gli arredi furono quasi tutti dispersi. Fin dai primi anni Sessanta fu avviata l'opera di risanamento e ripristino dell'edificio che consentì, alcuni anni dopo, la ripresa dell'attività teatrale.
 
 
Scheda pratica per " Crevalcore - Teatro Comunale " Contatti E-Mail: prosa@comune.crevalcore.bo.it
Tel.:051 6803581 Indirizzo via G. Matteotti,118 - Crevalcore (BO) Tipologia pianta a ferro di cavallo con tre ordini di palchi Uso attuale prosa, teatro ragazzi Dati tecnici larghezza m 13,00, profondità m 7,30, altezza boccascena m7,00; è dotato di graticcio ligneo originale; capienza totale della sala 320 posti (108 in platea)
Immagini
  • Teatro Comunale - interno
  • ¬© Archivio Fotografico dell?Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna
HOME   |   VITA   |   OPERE   |   LUOGHI VERDIANI   |   TURISMO E TERRITORIO   |   EDUCATIONAL   |   ISTITUTI E ASSOCIAZIONI   |   APP & PLAY   |   MULTIMEDIA   |   Cartellone Verdi 200   |   NEWS
Credits   |   Note legali   |   E-mail