OPERA AT WORK
FOR THE EARTHQUAKE

Terre verdiane. Luoghi persone e opere

30 ottobre 2013

“Le Terre Verdiane sono un'ombra nella nebbia, la rigida geometria dei pioppeti che con la mano dell'uomo hanno sostituito le antiche foreste, i paesaggi, gli abitanti, una bicicletta, un argine che disegna il confine tra la terra sicura e la terra di mezzo, quella delle golene pronte a inondarsi di acque ogni volta che il Po, il vero signore di queste terre decide di gonfiarsi. Ma le Terre Verdiane sono anche le fumose osterie padane dove si gioca a carte fino a sera tardi, dove si parla di romantiche passeggiate in bicicletta sui sentieri della golena, sono i luoghi dove la luna rischiara il Po illuminando i vecchi tabarri dei nonni e i volti degli appassionati di Verdi che cantano il tanto amato "Va pensiero" ovunque: al bar, al teatro, in chiesa, in piazza.”.

Racconta così Linda Vukaj, il suo reportage dai luoghi dell’anima di Giuseppe Verdi. 44 scatti, in bianco e nero e di grande formato (50x70 cm), in cui i paesaggi e i volti delle terra in cui Verdi visse, fin da bambino, sfilano accanto ai corpi in movimento della Compagnia Artemis Danza, per cui la coreografa ferrarese Monica Casadei ha creato due spettacoli ( Traviata , ospitato dal Bonci nella scorsa Stagione, e La Doppia Notte. Aida e Tristan , in arrivo a Teatro il 14 marzo 2014) sulle arie del compositore.
 
La mostra  Terre verdiane. Luoghi persone e opere è organizzata da ERT Fondazione e Teatro Bonci in partnership con UniCredit e resterà aperta fino al 24 novembre 2013, durante tutti gli spettacoli, serali e pomeridiani, in programma per la Stagione del Bonci e nei pomeriggi dal martedì al sabato (ore 16 -19).
L'ingresso è libero.
HOME   |   Life   |   Works   |   Verdi's places   |   Tourism in the land of Verdi   |   Educational   |   Institutes and Associations   |   App & Play   |   Multimedia   |   Cartellone Verdi 200   |   NEWS
Credits   |   Note legali   |   E-mail