OPERA AT WORK
FOR THE EARTHQUAKE

Antonio Barezzi

(Busseto, 1787 - 1867)

Droghiere benestante e grande appassionato di musica, nato a Busseto nel 1787, intravvide precocemente l'attitudine di Giuseppe Verdi per la musica e lo chiamò come insegnante della figlia Margherita .

La prima esibizione pubblica del giovane musicista nel febbraio 1830, ebbe come teatro il salone della sua bitazione (ora Salone Barezzi), già sede della Filarmonica Bussetana, fondata dal Barezzi stesso e dal M° Ferdinando Provesi nel 1816.

Ne comprende le eccezionali capacità di compositore e nel 1832 lo aiuta perché il giovane Maestro possa recarsi a Milano a perfezionarsi.

Nei mesi precedenti l'andata a Milano per compiervi privatamente gli studi musicali con il M° Lavigna, dopo la delusione per la mancata ammissione al Conservatorio, Verdi abitò in casa Barezzi e qui, a poco a poco, sbocciò l'amore con Margherita, che diverrà sua sposa nel 1836, dopo gli studi milanesi, sostenuti finanziariamente, oltre che dal padre di Verdi e grazie ad una borsa di studio del Monte di Pietà di Busseto, ancora dal Barezzi, cui Giuseppe Verdi serbò sempre infinita gratitudine, come testimoniato da numerosi suoi scritti e dalla dedica al suocero nel 1847 del Macbeth.

Antonio Barezzi morirà a Busseto nel 1867, dopo aver pianto nel 1840 la perdita dei due nipotini e della figlia Margherita.

Le sue spoglie riposano nella Cappella della Famiglia Barezzi nel cimitero di Busseto, restaurata nel 1994 dall' Associazione Amici di Verdi .

A lui il Comune di Parma ha intitolato, con delibera del 23 luglio 1954 il piazzale a fianco del Teatro Regio.

(Liberamente tratto da MINGARDI C., Con Verdi nella sua terra. Busseto, Parma, I, Ass. Amici di Verdi, 1989).

HOME   |   Life   |   Works   |   Verdi's places   |   Tourism in the land of Verdi   |   Educational   |   Institutes and Associations   |   App & Play   |   Multimedia   |   Cartellone Verdi 200   |   NEWS
Credits   |   Note legali   |   E-mail